NON PERDI LA MEMORIA SE FAI SPORT!

 

Bastano 30 minuti di attività aerobica 5 volte alla settimana per abbattere il rischio di declino cognitivo vale a dire la progressiva perdita delle capacità del nostro cervello di apprendere, risolvere dei problemi e ricordare informazioni.

 

Con un mimino impegno e praticando con costanza un’attività aerobica non solo migliora il benessere fisico mantenendo giovane il corpo ma anche preserva dall’invecchiamento i neuroni del nostro cervello favorendo concentrazione, memoria e coordinazione.  Considerato che attualmente i farmaci per la cura di patologie neurodegenerative quali Demenza, morbo di Alzeimer e di Parkinson hanno un valore terapeutico molto limitato la prevenzione diventa ancor più importante.

Uno studio della americana Mayo Clinic ha evidenziato che più di altri, sport come la corsa, nuoto ma anche ciclismo, tennis e scherma praticati con costanza riducono il rischio di declino cognitivo sollecitando attenzione e concentrazione. Ottimi risultati si ottengono anche dagli sport di squadra quali calcio, basket e pallavolo che richiedono strategia e creatività stimolando così l’emisfero destro del cervello. Infatti, praticando uno sport la respirazione e la frequenza cardiaca permettono al sangue di raggiungere anche i distretti cerebrali che potrebbero non essere sufficientemente irrorati e ossigenati a causa di uno stile di vita sedentario, abitudini alimentari sregolate e al sopraggiungere dell’anzianità, rallentando così il decesso dei neuroni.

Fare sport fa bene comunque a tutte le età e i suoi benefici non coinvolgono solo il corpo ma anche incidono profondamente sull’umore grazie alla produzione delle endorfine che agiscono positivamente sui centri del piacere, abbassano i livelli di stress e attivano il metabolismo.

2018-03-29T20:10:05+00:00