COME ALIMENTARSI IN MONTAGNA

Per gli amanti della montagna e degli sport da montagna come trekking, scialpinismo, mountain bike o arrampicata conoscere la corretta alimentazione è fondamentale per avere il massimo delle prestazioni.

 

alimentazione montagna

 

Il nostro corpo funziona come il motore di un’automobile più di qualità è il carburante che utilizziamo e migliori sono le performance che riusciamo ad ottenere.

Ogni corpo umano deve disporre di una miscela di sostante nutritive che contenga:

  • Proteine per le fibre muscolari
  • Grassi o lipidi che costituiscono le riserve energetiche a lunga scadenza
  • Zuccheri e carboidrati che compongono le riserve energetiche a corta scadenza
  • Vitamine e sali minerali per il corretto funzionamento del metabolismo

Considerato poi che il nostro corpo è costituito dal 80% di acqua è fondamentale reintegrare tutto quello che viene disperso.

Per quanto riguarda l’alimentazione lo zaino di chi si prepara ad un’escursione in montagna dovrà contenere un giusto equilibrio con cibi dal peso limitato, a veloce digeribilità e soprattutto con buon apporto energetico. Naturalmente la quantità di viveri da portare con sé varierà in funzione della durata dell’escursione stessa.

CONSIGLI PER CHI DECIDE DI PASSARE UNA GIORNATA DI SPORT IN MONTAGNA

Iniziamo dalla cena della sera prima

Per poter affrontare una dura giornata di sport in montagna la cena della sera prima ci aiuta a prepararci allo sforzo da affrontare. Durante la cena possiamo raddoppiare le dosi e cosa non possono mancare sono i carboidrati che costituiscono una buona riserva energetica insieme a frutta e verdura. Da evitare invece le proteine che non sono utili all’attività in cui sarà impegnato il nostro corpo.

La colazione

La giornata deve cominciare con una colazione ricca, abbondante ed equilibrata per fare la giusta scorta di energia.

Spazio alle gloriose fette di pane tostato o fette biscottate con generose spalmate di crema di nocciole o marmellata, biscotti secchi, crostate di frutta. Una tazza di latte, tè o cioccolata con cereali e frutta secca e ancora prosciutto o speck sgrassato, bresaola.

Preferibili in ogni caso gli zuccheri semplici e carboidrati facilmente assimilabili dall’organismo e che non appesantiscano troppo.

Durante l’escursione    

Oltre a non dover in nessun modo trascurare di bere per reintegrare i liquidi e i Sali minerali dispersi con lo sforzo è importante assumere ogni ora degli alimenti a rapida digeribilità come:

  • Frutta fresca, meno adatti gli agrumi e la banana.
  • Frutta disidratata (ananas, papaia), essiccata (albicocche, uva passa, uva sultanina, prugne) piccole quantità per un buon apporto calorico e salino.
  • Barrette con müesli o frutta secca.
  • Biscotti secchi
  • Cioccolata anche con le nocciole

Pausa Pranzo

Per affrontare agevolmente la seconda parte dell’escursione non dobbiamo appesantire lo stomaco. I carboidrati forniscono un ottimo carburante quindi il classico panino può andare bene sempre che sia agevolmente digeribile da preferire quelli con prosciutto o bresaola con un po’ di formaggio grana, molto energetico.

La Cena del Rientro

La parola d’ordine è “recuperare le energie” e i sali minerali persi durante l’escursione ideali le minestre di verdure con pasta o riso, meglio se contengono legumi che permettono di apportare anche la giusta quantità di proteine. A seguire formaggi magri con della verdura e per finire della frutta fresca . Naturalmente il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso.

 

 

2018-06-28T19:20:46+00:00